Rianimazione

Una rianimazione è la ripresa degli arresti respiratori e circolatori, ad esempio mediante massaggio della pressione cardiaca e ventilazione. Leggi tutto su di esso.

Rianimazione

La rianimazione è la rinascita dell'arresto respiratorio e circolatorio. Utilizzati sono il massaggio della pressione cardiaca, la ventilazione e altre misure per il supporto circolatorio. I medici si riferiscono a rianimazione come cardiopolmonare (RCP) (rianimazione cardiopolmonare) o la rianimazione cardiopolmonare. Leggi tutto sulla rianimazione, come funziona e quali sono i suoi rischi.

Descrizione del prodotto

rianimazione

  • Cos'è una rianimazione?

  • Quando conduci una rianimazione?

  • Cosa fai in una rianimazione?

  • Quali sono i rischi della rianimazione?

  • Cosa devo considerare dopo la rianimazione?

Cos'è una rianimazione?

La rianimazione cardiopolmonare aumenta significativamente la probabilità di sopravvivenza nell'arresto cardiaco, in quanto garantisce l'apporto di sangue agli organi. Un'azione rapida - anche da parte dei laici - è essenziale, perché dopo tre minuti il ​​cervello diventa troppo poco ossigeno e si possono verificare danni irreparabili. Viene fatta una distinzione tra le misure di base della rianimazione e le misure estese.

Misure di base di rianimazione (supporto vitale di base, bls)

Linee guida mediche inclusi in questa interruzione termine della chiamata di emergenza, il supporto circolatorio, mantenendo aperte le vie aeree, l'assistenza respiratoria, senza ulteriori attrezzature e l'impiego di defibrillatori automatici esterni (AED) insieme. Con l'aiuto di queste misure, il flusso di sangue al cuore e al cervello può essere assicurato fino all'arrivo del servizio di soccorso.

Misure avanzate (come avanzate)

Le misure avanzate richiedono sempre due persone e mirano a far tornare il cuore a un ritmo normale. Questo è ottenuto attraverso la defibrillazione e i farmaci. Inoltre, le vie aeree sono protette e viene stabilito un accesso venoso.

Fondamentalmente, ci sono un ritmo cardiaco defibrillabile, che può essere portato da una defibrillazione in orologio e un ritmo non defibrillabile. La defibrillazione è un impulso elettrico con un'energia di diverse centinaia di joule. Ha lo scopo di interrompere l'attività elettrica disordinata del muscolo cardiaco e ripristinare il ritmo naturale del cuore. Durante la terapia, vengono mantenuti il ​​massaggio della pressione cardiaca e la ventilazione.

Quando conduci una rianimazione?

La necessità di rianimazione cardiopolmonare esiste sempre quando gli organi vitali oi sistemi di organi non sono adeguatamente forniti di ossigeno. La causa è di solito un arresto cardiaco o troppo poca potenza di pompaggio dopo un attacco di cuore, un tamponamento cardiaco (liquido nel pericardio spinge il cuore insieme), aritmie cardiache o di una malattia infiammatoria del muscolo cardiaco (miocardite). Effetti esterni come soffocamento, avvelenamento o annegamento possono anche portare all'arresto cardiaco. Sono raggruppati insieme come cause cardiache.

Molto più rara è un'origine respiratoria - dai polmoni di partenza - prima, che possono risultare da un volume corrente ridotta dalla mancanza di ossigeno, un vie aeree ostruite o inalazione di oggetti. I sintomi tipici di una mancanza di apporto di ossigeno sono perdita di coscienza, arresto respiratorio o boccheggiante - contrazioni del diaframma non controllati - e la mancanza di battito cardiaco o troppo veloce.

Sintomi importanti

  • mal di schiena
  • Dolore al petto
  • dispnea
  • aumento di peso
  • iperventilazione
  • Emottisi (emottisi)
  • shock
  • paura
  • mal di pancia
  • Durezza di udito

Cosa fai in una rianimazione?

Chiunque trovi una persona immobile dovrebbe, per quanto a sua conoscenza, eseguire immediatamente le misure di rianimazione, a condizione che non si metta in pericolo. In primo luogo, dovrebbe essere controllato se la persona incosciente risponde a scosse o ad alta risposta e se respira. Per fare ciò, allungare la testa, sollevare il mento della persona e cercare oggetti estranei nella bocca. In caso di mancanza di risposta, è possibile annullare personalmente la chiamata di emergenza (telefono: 112) o chiamare gli astanti.

Il cuore della rianimazione è il massaggio della pressione cardiaca, che trasporta il sangue ancora saturo di ossigeno attraverso il corpo. A questo scopo, la persona immobile viene posizionata su una superficie dura e la parte superiore del corpo viene liberata. Ora in ginocchio, posiziona il palmo della mano al centro dello sterno e posiziona la lancetta dei secondi sul dorso della mano della prima mano. Per comprimere il petto sufficientemente profondamente, piegare verticalmente sul petto e premere energicamente con le braccia tese con una frequenza di almeno 100 al minuto. Questo corrisponde approssimativamente al ritmo della canzone "Stayin 'Alive" di Bee Gees.

Dopo 30 compressioni, la respirazione bocca a bocca o bocca a naso deve essere eseguita due volte. Se non si sente sicuro nella ventilazione, il massaggio della pressione cardiaca non deve essere interrotto. Se sono presenti più soccorritori, è opportuno scambiare dopo ogni ciclo 30: 2, in modo da non affaticare.La RCP deve essere eseguita fino all'arrivo del servizio di soccorso.

Nel frattempo, ci sono defibrillatori automatici esterni in molte aree centrali e negli edifici pubblici, che usano istruzioni vocali per aiutare le persone inesperte a eseguire la defibrillazione senza mettere in pericolo l'inconscio. Tuttavia, l'uso di questo dispositivo non dovrebbe mai ritardare o sostituire il massaggio della pressione cardiaca.

Una volta che il servizio di soccorso arriverà, cercherà di ripristinare un ritmo cardiaco naturale. L'intubazione assicura il tratto respiratorio. Un tubo sottile (tubo) viene spinto attraverso la bocca o il naso nella trachea. Tramite un farmaco di accesso venoso e fluido può essere dato. Esistono vasopressori, come ad esempio l'adrenalina, che causa principalmente vasocostrizione e alcuni farmaci per il trattamento delle aritmie cardiache (farmaci antiaritmici). Inoltre, viene scritto un ECG.

Rianimazione: bambino

La rianimazione cardiopolmonare nei bambini di età superiore a un anno è simile alla rianimazione di un adulto, tranne che per alcune peculiarità. Poiché la respirazione è spesso disturbata nei bambini, la rianimazione inizia con cinque respiri, seguiti da 30 massaggi a pressione cardiaca con un solo palmo. Il ciclo 30: 2 è lo stesso degli adulti. Per il personale medico si applica un ciclo 15: 2.

Revival: Baby

I neonati fino a dodici mesi, come i bambini, ricevono cinque respiri iniziali, ma la testa non è sottoposta a sforzi eccessivi. A causa delle dimensioni del corpo, la respirazione viene effettuata simultaneamente attraverso la bocca e il naso e il massaggio con la pressione cardiaca a due dita.

Indagini importanti

  • ECG
  • Esame elettrofisiologico
  • Il cateterismo cardiaco
  • Misurare la frequenza cardiaca
  • scintigrafia
  • Ecocardiografia transesofagea

Quali sono i rischi della rianimazione?

Sebbene la rianimazione cardiopolmonare rischia di ferirsi, non bisogna mai evitarlo. Soprattutto con il massaggio della pressione del cuore si dovrebbe premere il più saldamente possibile. Possono verificarsi le seguenti complicanze:

  • Fratture (fratture) delle costole
  • danno polmonare
  • Lacrime del diaframma, del fegato o della milza
  • Inalazione del contenuto dello stomaco
  • Afflusso d'aria nello spazio pleurico (pneumotorace)
  • Influenza del sangue nello spazio pleurico (ematotorace)
  • Influenza del sangue nello spazio tra il cuore e il pericardio (ematopericard)

Per il rianimatore, c'è il rischio di essere infettati da malattie o di essere feriti dallo sforzo fisico.

La terapia aiuta con queste malattie

  • attacco di cuore
  • pericardite
  • Morte cardiaca improvvisa
  • Malattia coronarica
  • aneurisma
  • Cor pulmonale
  • angina pectoris
  • cardiomiopatia
  • miocardite
  • mal di viaggio

Cosa devo considerare dopo la rianimazione?

Oltre al controllo di un'adeguata ossigenazione, glicemia, temperatura corporea, pressione arteriosa e ritmo cardiaco dopo il rianimazione Soprattutto, il trattamento della causa gioca un ruolo cruciale nel successo della terapia. Ad esempio, un attacco di cuore dovrebbe essere seguito da una riapertura di vasi occlusi o da un supercooling che dovrebbe essere riparato.

Rianimazione


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: