Sindrome del tunnel tarsale

La sindrome del tunnel tarsale provoca dolore ai piedi a causa della pressione sui nervi tibiali. Che cosa possono essere i trigger e che cosa ti aiuta contro, leggi qui!

Sindrome del tunnel tarsale

quando sindrome del tunnel tarsale (sindrome da congestione tarsale, sindrome da compressione nervosa) è il nervo tibiale che attraversa anche il piede, irritato o danneggiato. La causa è una costrizione del cosiddetto Tarsaltunnels, che si trova vicino l'articolazione della caviglia. Questo porta a danni da pressione al nervo. Il risultato sono sensazioni come formicolio e dolore nell'avampiede. A volte il tunnel tarsale necessita di un intervento chirurgico per alleviare il nervo. Scopri tutto sui sintomi, la diagnosi e il trattamento della sindrome del tunnel tarsale.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. G57

Descrizione del prodotto

sindrome del tunnel tarsale

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Sindrome del tunnel tarsale: descrizione

La sindrome del tunnel tarsale è un danno al nervo tibiale (nervo tibiale) nella zona della caviglia. Lì il nervo passa il cosiddetto Tarsaltunnel. Il tunnel è formato dalla nocca interna del piede e da una fascia stretta. Il nervo tibiale controlla i muscoli della pianta del piede e i muscoli della gamba inferiore, che sono responsabili della flessione della gamba. Inoltre, tutte le sensazioni nell'area della parte inferiore della gamba, il tallone e la pianta del piede sono dirette dal nervo al sistema nervoso centrale. Se il nervo nel tunnel tarsale è irritato dalla pressione permanente, si parla della sindrome del tunnel tarsale. I piedi e gli arti inferiori sono principalmente colpiti.

Sindrome del tunnel tarsale: sintomi

La sindrome del tunnel tarsale è principalmente caratterizzata da disturbi notturni nella zona della suola anteriore e delle dita dei piedi. Bruciore ai piedi, intorpidimento e formicolio spesso tormentano il malato tutta la notte. I sintomi possono anche irradiarsi nel polpaccio. Inoltre, l'area attorno alla caviglia interna è permanentemente sensibile al dolore. Stare in piedi e camminare rafforzano i sintomi, ma sollevare il piede e riposare può alleviare il problema.

Poiché il nervo si rigenera inizialmente ancora e ancora, i sintomi appaiono irregolari all'inizio. Nel corso della malattia, il nervo subisce un danno permanente, persistono le sensazioni e il dolore. Successivamente, i muscoli forniti dal nervo possono essere danneggiati. Le persone colpite sentono una debolezza muscolare e non riescono a muovere il piede correttamente. Un movimento tipico, che in questo caso è solo possibile in misura limitata, è il controllo del pedale dell'acceleratore durante la guida.

Sindrome del tunnel tarsale: cause e fattori di rischio

In circa l'80% dei casi, è possibile trovare una causa per la sindrome del tunnel tarsale. La maggior parte sono lesioni o escrescenze ossee benigne che restringono il tunnel tarsale. Occasionalmente, tuttavia, anche piccoli tumori o infiammazioni possono portare a un collo di bottiglia nella struttura.

Malformazioni del piede come un piede attorcigliato, ma anche sport da sforzo del piede e disallineamento della caviglia a causa di lesioni o artrite favoriscono la formazione di una sindrome del tunnel tarsale. Anche le vene varicose o il diabete mellito sono considerati fattori di rischio. Scarpe troppo rigide o alte, come scarponi da montagna o scarponi da sci, possono innescare una sindrome da tunnel tarsale o aumentare la sindrome.

Sindrome del tunnel tarsale: esami e diagnosi

Se sospetti una sindrome da tunnel tarsale dovresti consultare prima un dottore. Questo spesso aiuta ad evitare danni permanenti al nervo. Il medico, un ortopedico, farà domande come:

  • Quando mai i sintomi persistono?
  • Quando i sintomi sono particolarmente intensi?
  • Il dolore si manifesta solo durante l'esercizio o a riposo?
  • I sintomi possono essere innescati o amplificati in qualche modo?
  • Hai fatto male ai piedi ultimamente?
  • Soffri di una malattia che colpisce il piede o i suoi nervi?

Dopo ciò, il dottore esamina il piede. A volte può provocare il dolore toccando l'area sotto la caviglia. Una debolezza dei muscoli nervosi forniti, ma anche segni di infiammazione locale come gonfiore e surriscaldamento possono essere la prova di una sindrome del tunnel tarsale.

Di uno Elettro-neurografia (ITA) Il nervo e i muscoli forniti da esso possono essere controllati. In questo studio, l'eccitabilità del nervo e la velocità con cui passa un impulso vengono esaminate. La diagnosi di un Tarsaltunnelsyndroms può anche da a radiografia o uno risonanza magnetica (MRI) sono supportati.

Sindrome del tunnel tarsale: trattamento

La cosa più importante prima è ridurre la pressione meccanica sul nervo. Gli inserti delle scarpe possono far dirigere il carico dall'interno del piede verso l'esterno. Il farmaco è prescritto per il dolore.Il cortisone inibisce i possibili processi infiammatori e quindi porta a un gonfiore più veloce del tessuto circostante. Anche così, il nervo è sollevato.

Se, dopo circa due mesi, non vi è alcun miglioramento nei sintomi del dolore e della terapia di sollievo, di solito solo una operazione può aiutare ad alleviare le persone affette da dolore e disagio. Qui, il Tarsaltunnel che circonda, viene rimossa la banda stretta. Occasionalmente una parte della guaina del nervo deve essere divisa. Anche escrescenze o tumori ossei vengono rimossi chirurgicamente. Dopo l'operazione, il piede deve essere alleggerito con le stampelle di supporto.

Sindrome del tunnel tarsale: decorso della malattia e prognosi

Senza trattamento, i disagi di una sindrome del tunnel tarsale diventano sempre più forti. Il nervo è definitivamente danneggiato in modo irreversibile. La sindrome dovrebbe quindi essere trattata il più presto possibile. Se si sono verificati danni permanenti al nervo tibiale o le funzioni muscolari hanno fallito, la chirurgia di solito non può invertire questo.

Il successo di un'operazione dipende anche in modo significativo dalle comorbilità, ad esempio le lesioni, la lunghezza del segmento nervoso interessato e la capacità di rigenerazione del nervo. Il processo di riabilitazione dopo l'intervento può richiedere fino a sei mesi. In alcuni casi, è necessario un nuovo intervento per alleviare il disagio del paziente sindrome del tunnel tarsale per alleviare.

Leggi di più sulle terapie

  • Terapia occupazionale


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: