Tetano (tetano)

Wundstarrkrampf è una malattia infettiva potenzialmente letale. Almeno un quarto delle infezioni da tetano sono fatali. L'unica protezione è il vaccino contro il tetano.

Tetano (tetano)

Sinonimi

Tetano, infezione da tetano

definizione

tetano

Wundstarrkrampf è un'infezione a volte mortale da parte dei batteri della specie Clostridien tetani. Pertanto, il tetano viene anche definito come l'infezione da tetano o il tetano in breve. I batteri del tetano sono ovunque, specialmente nel suolo, ma anche nella polvere, per esempio. Da lì, i batteri entrano nel corpo attraverso la pelle ferita. Non si nota che la ferita è stata infettata da batteri di Clostridium. L'infortunio può essere guarito e dimenticato molto tempo fa. E poi, 3 a 60 giorni dopo l'infortunio, si tratta di effetti della tossina batterica. Senza trattamento, dal 25 al 30 per cento delle persone con infezione da tetano muore. E anche con un'assistenza medica intensiva, Wundstarrkrampf è fatale fino al 20% dei casi.

frequenza

Dal 1970 la vaccinazione contro il tetano (vedi prevenzione) in Germania appartiene alle vaccinazioni standard dei bambini. Da allora, il numero di infezioni da tetano è diminuito drasticamente. I numeri esatti non sono disponibili dopo la revoca dell'obbligo di registrazione (2001). Gli studi e le statistiche sulle cause di morte mostrano meno di 15 casi all'anno. Prima dell'introduzione del vaccino contro il tetano, ogni anno venivano registrate più di 100 malattie.

Il tetano si è diffuso in tutto il mondo

Le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) prevedono tra 300.000 e 1.000.000 di infezioni da tetano all'anno in tutto il mondo. La maggior parte dei casi si verifica in paesi con un clima caldo e umido, scarsa assistenza medica e bassi tassi di vaccinazione. In Europa, nel 2011 sono stati segnalati in totale 148 casi di tetano (principalmente da Estonia, Francia, Grecia, Italia, Romania e Spagna).

Nel mondo, circa 72.600 bambini sotto i 5 anni sono stati uccisi dal tetano nel 2012. 61.000 di loro morirono di una speciale forma di tetano, il tetano neonatale (tetanus neonatorum). L'OMS presume che il numero di casi non segnalati sia molto più alto. Tuttavia, il numero delle morti registrate nel tetano è diminuito significativamente negli ultimi anni. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), nel 2006 circa 250.000 neonati e neonati in tutto il mondo morirono ancora di tetano neonatale.

Nel tetanus neonatorum, i patogeni sono particolarmente nel corpo dei neonati quando le condizioni igieniche nella cura ombelicale sono inadeguate o anche le paste vengono utilizzate con il terreno per la cura ombelicale. Segni di tetano neonatale includono scarsa bevibilità, irrigidimento fisico e spasmi muscolari.

sintomi

I primi sintomi del tetano sono insoliti. Dopo un periodo di incubazione (cioè il tempo di infezione per i primi sintomi) di solito da 3 giorni a 3 settimane si arriva a mal di testa, affaticamento, dolori muscolari e sudorazione. A seconda della quantità di tossina prodotta, tuttavia, i sintomi possono già comparire dopo un giorno o addirittura diversi mesi dopo che l'infortunio è stato a lungo dimenticato. Fondamentalmente, più breve è la distanza tra l'infezione e i primi sintomi, il peggio è il processo di guarigione.

Risus sardonicus: il ghigno diabolico

Una volta nell'organismo, le tossine migrano lungo le cellule nervose periferiche al cervello. La velocità è di circa 5 mm all'ora. Dopo aver superato il corto tronco cerebrale, danneggiano le cellule cerebrali. Molto presto si sviluppano i sintomi tipici del tetano. I muscoli masticatori si irrigidiscono e si arriva a un blocco della mandibola (trisma). I muscoli facciali angusti conferiscono ai malati un'espressione ghignante e diabolica (Risus sardonicus). A volte i muscoli laringei diventano tesi e il paziente non può più deglutire o respirare. Di regola, i muscoli della schiena dei batteri del tetano sono colpiti. Quindi il corpo si curva all'indietro (Opisthotonus) e la parte posteriore della testa si infila nel cuscino.

Crampi ogni minuto

Questo è seguito da crampi dolorosi, che possono essere ripetuti ogni minuto e sono così gravi che a volte causano fratture. I crampi sono innescati dal minimo stimolo esterno. Potrebbe essere sufficiente se la porta di una stanza d'ospedale viene aperta o se c'è un cambio di luce. Inoltre, tocca, ad esempio, nella cura dei pazienti con Wunderstarrkrampf, può innescare gli spasmi. Caratteristicamente, braccia e gambe sono risparmiate dalle convulsioni e la coscienza è preservata.

Le tossine causano anche un aumento della febbre a oltre 40° C. Anche con la terapia intensiva all'avanguardia, dal 10 al 20% dei pazienti muoiono. Senza trattamento, il tasso di mortalità è ancora più alto.

cause

La causa del tetano è un'infezione del batterio Clostridium tetani. Si inserisce nel corpo in caso di lesioni della pelle, come spine, schegge di legno o chiodi.Nel corpo, i batteri del tetano producono un veleno che si lega alle cellule nervose attraverso il flusso sanguigno e raggiunge il cervello lungo i nervi. Le tossine dei batteri del tetano danneggiano le cellule nervose nel cervello, causando gravi convulsioni.

Fonti di infezione: i batteri del tetano si nascondono ovunque

I batteri del tetano si nascondono praticamente ovunque. Contrariamente alla credenza popolare, l'infezione da Clostridium non richiede ferite importanti che risulterebbero sporche. Le più piccole, anche invisibili, lesioni della pelle e un po 'di polvere possono essere sufficienti a causare un'infezione da tetano.

Questo ha a che fare con la particolare resistenza e l'infettività estrema dei batteri del tetano. La resistenza dei batteri è dovuta alle loro spore. Una volta nell'ambiente (specialmente con le escrezioni di cavalli), le spore possono sopravvivere anche senza cellule ospiti per anni. Anche se solo poche spore penetrano nel corpo umano, inizia la rapida crescita batterica.

Piccole e minime lesioni nel giardinaggio, nell'artigianato o negli sport all'aria aperta in questo paese sono le tipiche fonti di infezione per il tetano. Ma le infezioni sono possibili anche durante le faccende domestiche. In caso di dubbio, un piccolo taglio su un foglio di carta che era rimasto su una scrivania o in uno scantinato per un po 'di tempo potrebbe causare un'infezione.

Soprattutto la molteplicità di fonti di infezione, la mancanza di opzioni terapeutiche e il pericolo associato alla vita rendono la vaccinazione contro il tetano (vedi sotto) uno dei vaccini più importanti.

i fattori di rischio

Particolarmente pericolose sono le infezioni da tetano per le persone oltre i 60 anni. Ciò ha due ragioni principali:

  1. Con l'età, la circolazione del sangue diminuisce. Nel caso del tetano, è particolarmente preoccupante il ridotto flusso sanguigno di vasi ravvicinati. Qui sorgono - specialmente con le lesioni più piccole - regioni rapidamente non fornite con ossigeno. Questo ambiente anaerobico è un prerequisito importante per la moltiplicazione dei batteri del tetano.
  2. Il sistema immunitario delle persone anziane abbatte gli anticorpi contro il tetano che si formano dopo un vaccino contro il tetano più rapidamente del sistema immunitario dei giovani. Pertanto, è importante che le persone di età superiore ai 60 anni prestino particolare attenzione a rinfrescare la protezione antitetanica in tempo utile. Tuttavia, come spesso non accade, molte vittime di infezioni da tetano sono persone anziane.

Altri fattori di rischio che promuovono l'infezione da tetano sono le malattie della pelle con eczema come la psoriasi o l'acne.

indagine

I sintomi tipici del tetano in concomitanza con la storia portano rapidamente il dottore nella giusta direzione. Per confermare la diagnosi del tetano, può essere utile un rilevamento delle tossine sul modello del mouse. Per questo, il materiale della ferita o il sangue viene prelevato dal paziente e iniettato sotto la pelle posteriore di un topo. Se gli animali muoiono quindi con le zampe posteriori rigide in "posizione di tenuta", la diagnosi di tetano è considerata sicura. Tuttavia, questa diagnosi di esclusione non viene eseguita di routine, ma è indicata solo in casi molto rari.

Il tetano è improbabile quando c'è una vaccinazione primaria completa e le vaccinazioni di richiamo sono tempestive.

trattamento

Le gravi convulsioni nel tetano sono causate dalle tossine del patogeno del tetano. Sfortunatamente, le tossine del batterio Chlostridium tetani, non appena sono legate alle cellule nervose, non possono essere rese inoffensive dai farmaci. A tale riguardo, il trattamento del tetano deve essere il più veloce possibile: prima che le tossine si leghino alle cellule nervose.

In tal caso l'immunoglobulina umana del tetano (HTIG) può essere iniettata nel muscolo per neutralizzare le tossine. Inoltre, la ferita deve essere trattata estensivamente e completamente chirurgicamente. Frequentemente, inoltre, viene somministrato l'antibiotico metronidazolo. Sebbene ciò non riduca la tossina circolante, può uccidere i batteri del tetano che producono il veleno, contribuendo così a impedire che il sistema nervoso venga attaccato ancora di più. Questa terapia si svolge nell'unità di terapia intensiva di un ospedale. Ciò è necessario, tra le altre cose, perché una tracheotomia è spesso necessaria per mantenere le vie respiratorie libere e per mantenere la respirazione.

Anche se è difficile combattere la causa dell'infezione del tetano, i crampi causati dal tetano possono essere alleviati in modo affidabile da farmaci rilassanti come il baclofen. Contro l'eccitabilità causata dalle tossine batteriche sedativi dal gruppo di benzodiazepine come diazepam, lorazepam e midazolam act.

I crampi muscolari nel tetano sono innescati anche dai più piccoli stimoli ambientali come luce, suoni o tatto. Pertanto, i pazienti affetti da tetano sono alloggiati nella maggior parte degli ospedali in stanze oscurate e insonorizzate.

previsione

Quanto prima avviene la neutralizzazione, tanto maggiori sono le prospettive di guarigione. Sfortunatamente, la cura riesce in poco più del 75 percento dei casi. Circa il 25% delle persone non sopravvive a un'infezione da tetano. Particolarmente colpite sono le persone di età superiore ai 60 anni.

prevenzione

Il modo più promettente e la parte più importante contro il tetano è la prevenzione del tetano.Con un vaccino antitetanico viene promossa la formazione mirata di anticorpi da parte del sistema immunitario.

Vaccinazione antitetanica: raccomandazione ufficiale di vaccinazione

Fortunatamente, la vaccinazione contro il tetano è la parte indiscussa della protezione del vaccino per la maggior parte delle persone. Poiché la causa del tetano sono ovunque, l'infezione è in più di un quarto dei casi mortali: non c'è da stupirsi, quindi, che il Comitato permanente per le vaccinazioni (STIKO) del Robert Koch Institute (RKI) raccomanda che la vaccinazione antitetanica per tutte le persone di tutte le età, Questo vale per l'immunizzazione di base, ma anche per le regolari vaccinazioni di richiamo.

Protezione vaccinale e schema di vaccinazione

  • Vaccinazione: 100% dopo la vaccinazione primaria completa e vaccinazione di richiamo puntuale
  • programma di vaccinazione immunizzazione attiva dei bambini: vaccini combinati nel 2°, 3° e 4° mese e in 11 a 14 mesi; Vaccinazioni di aggiornamento in età prescolare e di età compresa tra 9 e 17 anni.
  • programma di vaccinazione immunizzazione attiva di adulti: booster ogni 10 anni, con la successiva vaccinazione contro la difterite programmata con una combinazione di vaccini contro la pertosse (tosse convulsa)
  • schema di vaccinazione e immunizzazione passiva profilassi post-esposizione dopo il trauma acuto nel sospetto di tetano (tetano profilassi immunitaria) la dose una volta e subito, forse come un vaccino combinato. somministrazione simultanea di immunoglobulina tetanica.

Nei primi mesi di vita, i neonati hanno la protezione antitetanica dagli anticorpi della madre. Questo, tuttavia, solo se la madre è sana, vaccinata contro il tetano e ogni rinfresco ha percepito.

vaccini contro il tetano

I vaccini contro il tetano approvati in Germania sono vaccini morti. Per l'immunizzazione attiva una tossina tetanica inattivata viene utilizzato per l'immunizzazione passiva, un vaccino, che già contiene anticorpi ready-tossina. immunizzazione passiva si verifica solo in caso di una possibile infezione da tetano o nei casi di sospetta infezione tetano nel corso di profilassi post-esposizione.

effetti collaterali

Immunizzazione attiva: bambini

  • molto comune: irritabilità, sonnolenza, reazioni al sito di iniezione (come rossore e / o gonfiore), dolore al sito di iniezione, affaticamento
  • comuni: perdita di appetito, mal di testa, diarrea, vomito, disturbi gastro-intestinali, febbre, gonfiore esteso dell'arto in cui la vaccinazione sia stata effettuata (a volte coinvolgendo l'articolazione adiacente)
  • di tanto in tanto: infezione del tratto respiratorio superiore della, congiuntivite, disturbi dell'attenzione, rash cutaneo, altre reazioni nel sito di iniezione (come indurimento), dolore.

Immunizzazione attiva: adulti

  • molto comune: cefalea, reazioni al sito di iniezione (come rossore e / o gonfiore), malessere, affaticamento, dolore al sito di iniezione
  • comuni: vertigini, tosse, nausea, disturbi gastrointestinali, febbre, reazioni al sito di iniezione (come indurimento e l'ascesso sterile nel sito di iniezione)
  • non comuni: infezione del tratto respiratorio superiore, mal di gola, Lymphbahnentzündung, breve perdita di coscienza, diarrea, vomito, aumento della sudorazione, prurito, eruzioni cutanee, dolori articolari, dolori muscolari, rigidità articolare, rigidità dei muscoli scheletrici, febbre sopra i 39 gradi Celsius, dolori simil-influenzali, dolori
  • molto raro: malattie del sistema nervoso centrale o periferico, compresa la paralisi ascendente alla paralisi respiratoria.

Totale senza indicazione di frequenza: reazioni allergiche, comprese reazioni gravi, gocce di pressione sanguigna e le condizioni di shock-simile, convulsioni (con o senza febbre, orticaria), gonfiori della pelle e delle mucose, debolezza / astenia.

Profilassi e terapia post-esposizione

  • rare: reazioni allergiche tra cui ipotensione, dispnea, reazioni cutanee, reazioni generalizzate quali brividi, febbre, mal di testa, malessere, nausea, vomito, artralgia e moderata lombalgia, reazioni circolatori in particolare la somministrazione accidentale nella vena, dolore localizzato, la tenerezza o gonfiore
  • in singoli casi: shock anafilattico potenzialmente letale, anche se i pazienti non hanno risposto alla precedente somministrazione di immunoglobuline.

Controindicazioni / divieti di vaccinazione per vaccini singoli e combinati

  • Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • Reazioni di ipersensibilità dopo precedente somministrazione di vaccini contro la difterite, il tetano o la pertosse
  • Malattia cerebrale entro sette giorni da una precedente vaccinazione con un vaccino contro la pertosse
  • Mancanza di piastrine o complicanze neurologiche in risposta alla precedente vaccinazione contro la difterite e / o il tetano
  • Rinvio della vaccinazione nella malattia acuta grave e febbrile.

Viaggio - normative sulla vaccinazione

I batteri del tetano si trovano in tutto il mondo e sono particolarmente comuni nei paesi umidi e caldi dove i servizi igienico-sanitari sono scarsi ei tassi di vaccinazione bassi. Oltre al pericolo generale di infezione da tetano, questo suggerisce di verificare la protezione del vaccino prima di mettersi in viaggio.Le vaccinazioni contro il tetano, la difterite, la pertosse, la poliomielite e l'epatite A sono possibili fino al giorno della partenza.

Le norme sulla vaccinazione che precludono l'ingresso o l'uscita senza vaccinazione antitetanica sono attualmente sconosciute.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: