Tromboendarterectomia

Una trombendarteriectomia è una procedura per la riapertura chirurgica dei vasi sanguigni ostruiti. Leggi tutto su di esso!

Tromboendarterectomia

un tromboendarterectomia è una procedura per la riapertura chirurgica dei vasi sanguigni ostruiti. Oltre al coagulo di sangue, viene rimossa una parte del vaso sanguigno. Spesso le arterie sono colpite al collo e all'inguine. Leggi tutto sulla procedura chirurgica, quando è fatta e quali sono i rischi.

Descrizione del prodotto

tromboendarterectomia

  • Cos'√® una trombendarteriectomia?

  • Quando esegui una trombendarteriectomia?

  • Cosa fai in una trombendarteriectomia?

  • Quali sono i rischi della trombendarteriectomia?

  • Cosa devo guardare dopo una trombo-endarterectomia?

Cos'è una trombendarteriectomia?

Trombendarteriectomy (TEA) √® una procedura chirurgica per aprire i vasi sanguigni che sono stati bloccati da un coagulo di sangue (trombo). Il chirurgo rimuove non solo il trombo, ma anche lo strato interno della parete dell'arteria. Dopo una trombendarteriectomia, il sangue ritorna in alcune parti del corpo, che sono dovute a costipazione peggiori o non sono pi√Ļ fornite di sangue.

La trombendarterectomia è divisa in tre tipi:

  • Trombendarteriectomia diretta (aperta)
  • Trombendarteriectomia chiusa indiretta
  • Trombendarteriectomia semichiusa indiretta

Quando esegui una trombendarteriectomia?

I chirurghi eseguono una trombendarterectomia per restringimento o occlusione delle arterie. I fattori di rischio per la malattia vascolare, che possono essere causati da depositi nei vasi a tale restringimento (aterosclerosi), includono fumo, ipertensione e diabete. Inoltre, spesso si formano coaguli di sangue sulle pareti interne arteriose che impediscono al sangue di fluire attraverso di essi. Alcune navi, come le arterie sul collo e all'inguine, sono particolarmente colpite.

carotide

Se un pezzo pi√Ļ lungo dell'arteria carotidea viene ristretto, i chirurghi vascolari possono prendere in considerazione la tromboendarterectomia. Altre opzioni di trattamento includono l'introduzione di stent cosiddetti - stent fatti di metallo o fibre sintetiche - che mantengono aperto il vaso sanguigno o la sostituzione della sezione dell'arteria carotide malata da parte di una nave artificiale.

arterie femorali

Nella cosiddetta malattia arteriosa periferica (PAOD), le arterie femorali sono spesso colpite da una improvvisa occlusione vascolare da un coagulo di sangue. A causa della mancanza di flusso sanguigno, la gamba pu√≤ morire al di sotto della costrizione, poich√© non √® pi√Ļ sufficientemente rifornita di sangue. Le arterie nella fossa poplitea o nella parte inferiore delle gambe sono spesso malate. A seconda dell'entit√† della costrizione, un intervento chirurgico di bypass √® adatto per il trattamento in aggiunta alla trombendarteriectomia.

arterie intestinali

Le arterie dell'intestino sono solitamente chiuse migrando i trombi (emboli). I pazienti soffrono di forti dolori addominali. Una trombendarteriectomia sulle arterie colpite aiuta a mantenere l'intestino.

Altri vasi sanguigni dove i chirurghi eseguono spesso una trombo-endarterectomia sono le arterie pelviche, le arterie cardiache e le arterie del braccio.

Sintomi importanti

  • amnesia
  • cianosi
  • paralisi facciale
  • ptosi
  • afasia
  • disartria
  • disturbi circolatori
  • aprassia
  • ecolalia
  • formicolare

Cosa fai in una trombendarteriectomia?

Prima dell'effettiva operazione, il chirurgo che si occupa del trattamento esamina accuratamente la nave corrispondente. Oltre agli ultrasuoni, sono disponibili esami radiografici o scansioni MRI.

La procedura di solito si svolge in anestesia generale, ma spesso è sufficiente un anestetico locale. Dopo che il chirurgo ha lavato, disinfettato e coperto chirurgicamente la zona operatoria, taglia la pelle con un bisturi. A seconda della forma di trombendarteriectomia scelta, le incisioni differiscono.

Trombendarteriectomia diretta

Qui il chirurgo apre completamente la sezione dei vasi sanguigni interessati e la pelle sovrastante. Con uno strumento chirurgico (spatola) rimuove il coagulo di sangue insieme allo strato arterioso interno. Al fine di prevenire un restringimento, il chirurgo spesso cuce un pezzo di un'altra nave nel sito precedentemente ristretto. Questa cosiddetta patch aumenta significativamente il diametro dell'arteria.

Trombendarteriectomia indiretta

Nella trombendarteriectomia indiretta, la nave ristretta viene aperta su un lato della costrizione (trombendarterectomia chiusa) o su entrambi i lati (trombendarteriectomia semichiusa). Attraverso l'apertura, il chirurgo introduce uno strumento per rimuovere il trombo.

Dopo che l'arteria è di nuovo permeabile, la corrispondente parte del corpo viene esaminata e controllato se il collo di bottiglia è stato eliminato.

Indagini importanti

  • La tomografia computerizzata
  • ECG
  • Esame neurologico

Quali sono i rischi della trombendarteriectomia?

Una trombendarteriectomia è una procedura chirurgica complessa con tutti i rischi della chirurgia. Nonostante le procedure sterili e la somministrazione preventiva di antibiotici, il tessuto può essere infettato da germi. Inoltre, il sanguinamento può verificarsi durante o dopo la trombendarteriectomia. A seconda della gravità delle complicanze, potrebbe essere necessaria un'altra procedura.

In generale, solo le arterie con diametro superiore a cinque millimetri sono sufficientemente grandi per la tromboendarterectomia. Per i vasi sanguigni pi√Ļ piccoli, il rischio di restringimento dopo l'intervento chirurgico √® significativamente aumentato.

danni ai nervi

Oltre alle arterie sono spesso i nervi che possono essere feriti durante l'operazione. I sintomi tipici sono quindi disturbi sensoriali di calore, intorpidimento o paralisi. Sebbene questi non siano sempre permanenti, di solito devono essere trattati con grande sforzo.

Sanguinamento in altre parti del corpo

Per prevenire la riocclusione del vaso sanguigno operato, il medico amministra vari farmaci per fluidificare il sangue. Questi aumentano il rischio di sanguinamento pesante. Se il cervello è interessato, un colpo può essere il risultato.

Contrasto allergia agente

Prima della radiografia dell'area operativa, il medico inietta un mezzo di contrasto ai raggi X, che rende visibili i vasi sanguigni e può scatenare reazioni allergiche. A seconda della gravità della reazione allergica, vengono somministrati farmaci che favoriscono la circolazione e le allergie.

Misure aggiuntive

Se una trombendarteriectomia non è sufficiente per ripristinare il flusso sanguigno, verranno utilizzate altre procedure. Questi includono, per esempio, l'introduzione di uno stent che mantiene l'arteria aperta o un'operazione di bypass.

La terapia aiuta con queste malattie

  • arteriosclerosi
  • stenosi carotidea
  • stenosi dell'arteria renale
  • Raucherbein
  • sindrome di Raynaud
  • corsa

Cosa devo guardare dopo una trombo-endarterectomia?

Informi il medico se, dopo una trombo-endarterectomia, ha un dolore improvviso nell'area della ferita o se la benda √® sanguinosa. √ą inoltre necessario segnalare eventuali segni di intorpidimento o paralisi, in quanto questi potrebbero indicare una riocclusione o un danno ai nervi.

Seguendo la trombendarteriectomia alla fine della gamba, si dovrebbe sollevare la gamba e indossare calze a compressione. Questo previene il gonfiore nella zona della ferita. Per l'igiene personale, la ferita non deve bagnarsi e deve essere protetta con cerotti speciali. Nelle prime settimane dopo la procedura, dovresti anche evitare di fare bagni o visite in piscina, in modo che la ferita non venga infettata.

Per rafforzare i muscoli lo farai presto tromboendarterectomia fai i primi tentativi, in seguito puoi viaggiare con l'aiuto fisioterapico e altre vie.

Un piccolo tubo di rete metallica può salvare vite. Guarda come un tale stent viene inserito in una nave coronarica e come funziona.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: