Tilidin

L'ingrediente attivo tilidina appartiene al gruppo degli oppioidi e ha un forte effetto analgesico. Quando e come usarlo, lo scoprirai qui!

Tilidin

L'ingrediente attivo Tilidin appartiene al gruppo degli oppioidi. Gli oppioidi sono una classe di sostanze chimicamente non uniformemente costruita, che esercita un forte effetto antidolorifico (analgesico) nel corpo. Pertanto sono anche chiamati analgesici oppioidi. Lo svantaggio di questi potenti antidolorifici è che possono potenzialmente renderti dipendente. La tilidina è una sostanza attiva prodotta sinteticamente. Per evitare l'abuso della dipendenza da oppiacei e degli effetti collaterali, la tilidina è solitamente combinata con il suo antagonista naloxone. Leggi tutte le informazioni importanti sull'antidolorifico qui.

È così che funziona Tilidin

Gli oppiacei come la tilidina ottengono il loro effetto analgesico mediante l'attivazione dei recettori oppioidi nel corpo umano. Per inciso, le endorfine endogene (antidolorifici endogeni) che si legano agli stessi recettori si legano anche ai recettori del corpo, ma non strutturalmente correlati. Attivando i recettori oppioidi, la tilidina inibisce indirettamente i sistemi neuronali che trasmettono il dolore nel corpo. Questo effetto analgesico non si verifica fino a circa dieci-quindici minuti dopo l'applicazione. Finché dura fino a quando la sostanza nel fegato nella sostanza attiva effettiva, la cosiddetta nortilidina, è stata convertita. La durata dell'analgesico è di circa tre-cinque ore.

Leggi anche

  • sondaggio
  • operazione
  • aree di applicazione
  • Corretta applicazione
  • effetti collaterali
  • Note importanti
  • disposizioni fiscali
  • storia
  • Fatti più interessanti su Tilidine

Quando viene utilizzato Tilidine?

Il principio attivo tilidina è usato per alleviare il dolore da moderato a severo. Al fine di contrastare la dipendenza da tilidina e l'assuefazione, viene fatto un tentativo di somministrare il farmaco solo nel minor tempo possibile. Tuttavia, questo non sempre riesce: specialmente i pazienti con dolore cronico, gli antidolorifici, a volte in combinazione con altri farmaci analgesici, l'uso a lungo termine.

Quasi sempre, l'antidolorifico è combinato con il suo antagonista naloxone. In questo modo, si dovrebbe prevenire un abuso: se una dose molto elevata del farmaco viene iniettata o presa in modo improprio, il naloxone inibisce l'effetto dei sintomi di astinenza da antidolorifici e da trigger (quando assunto per via orale).

È così che si applica Tilidin

Tilidina può essere somministrata come iniezione (siringa), compressa, compressa a rilascio prolungato o sotto forma di gocce. Il dosaggio è determinato dal medico curante e deve essere rigorosamente rispettato.

Nella maggior parte dei casi vengono utilizzate gocce di tilidina e compresse ritardate. Le compresse a lento rilascio rilasciano l'ingrediente attivo solo lentamente, prolungando la durata dell'azione. Questo ha il vantaggio che il paziente deve usare il farmaco meno spesso. Pertanto, a seconda del dosaggio, le forme di dosaggio a rilascio prolungato con tilidina vengono assunte solo una o due volte al giorno, ma le gocce di tilidina vengono assunte fino a sei volte al giorno.

Poiché l'oppioide può causare l'assuefazione e l'interruzione improvvisa della tilidina può portare a effetti collaterali simili al ritiro, l'analgesico deve essere sospeso gradualmente e non improvvisamente per interrompere la terapia. I medici chiamano questo un "assottigliamento" della terapia.

Quali effetti collaterali ha Tilidine?

Tra le altre cose, gli effetti collaterali che colpiscono il sistema nervoso possono verificarsi quando si utilizza l'analgesico. Vertigini, bassa pressione sanguigna, sonnolenza, stanchezza, mal di testa, nervosismo e occasionalmente allucinazioni ed euforia sono comuni. Gli ultimi due effetti collaterali svolgono un ruolo importante nell'abuso di tilidina. Gli effetti collaterali nel tratto gastrointestinale (stitichezza e nausea) e la respirazione alterata (effetto depressivo respiratorio) sono meno comuni quando l'analgesico viene somministrato nella consueta combinazione con il naloxone. Come ulteriore effetto indesiderato spesso si osserva un aumento della sudorazione.

Che cosa dovrebbe essere preso in considerazione quando si prende Tilidina?

L'effetto della tilidina sul sistema nervoso può provocare vertigini e vertigini, che potrebbero non garantire più il funzionamento sicuro di macchine e veicoli. I pazienti dovrebbero essere consapevoli di questo.

Controindicazioni per la tilidina sono limitazioni della funzione respiratoria (come l'asma), colica delle vie urinarie, grave tensione nella muscolatura liscia e infiammazione del pancreas.

L'attività della tilidina e gli effetti collaterali possono essere aggravati da disfunzione epatica e tranquillanti concomitanti o sonniferi. Gli effetti collaterali possono anche essere significativamente aumentati dall'assunzione concomitante di tilidina e alcol. Per questo motivo, essere dispensato con alcol durante l'applicazione antidolorifico.

Durante la gravidanza e l'allattamento, la tilidina deve essere utilizzata solo quando assolutamente necessario. Soprattutto per le donne incinte sono disponibili alternative meglio comprovate come il paracetamolo o il tramadolo.

Come ottenere farmaci Tilidine

Tilidina è un farmaco da prescrizione; nella maggior parte delle forme di dosaggio è considerato anestetico (BTM) e come tale necessita di una ricetta speciale (ricetta BTM). Il motivo del requisito di prescrizione BTM è che l'oppioide ha un alto potenziale di abuso e può portare alla dipendenza se usato troppo spesso. Dal gennaio 2013, solo le compresse a rilascio prolungato non sono soggette alla legge sugli stupefacenti.

Da quando è nota la tilidina?

Nei primi anni '70, è stato sviluppato l'ingrediente attivo sintetico tilidina. All'inizio, le gocce venivano commercializzate perché il dosaggio della tilidina con gocce è più facile da maneggiare.

Poiché questa sostanza, come qualsiasi oppiaceo, può causare dipendenza, alcuni anni dopo, il farmaco non era più usato nei pazienti tossicodipendenti. L'aggiunta del Naloxone avversario era un uso improprio impedito. Tuttavia, ci sono stati anche decessi tra persone opioidi gravemente dipendenti, dal momento che il naloxone può causare gravi sintomi di astinenza.

Fatti più interessanti su Tilidine

La tilidina appartiene agli oppioidi debolmente efficaci. La sua potenza è solo un quinto della potenza della morfina precedentemente nota. Per questo motivo, Tilidine è stato a lungo considerato un antidolorifico non-BTM. A causa del crescente abuso e dei conseguenti sintomi di astinenza, il desiderio di una gestione più rigorosa divenne forte. Questo è stato parzialmente applicato a gennaio 2013.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: