Intervento chirurgico di ernia ombelicale

Una chirurgia dell'ernia ombelicale è generalmente inevitabile negli adulti. Qui puoi leggere perché.

Intervento chirurgico di ernia ombelicale

un intervento chirurgico di ernia ombelicale di solito è sempre fatto negli adulti e raramente nei bambini. Se gli organi addominali rimangono intrappolati, questo può essere pericoloso per la vita e è necessario un intervento chirurgico immediato. Esistono diverse procedure chirurgiche. Maggiori informazioni sulla chirurgia dell'ernia ombelicale qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. K42

Descrizione del prodotto

intervento chirurgico di ernia ombelicale

  • Ernia ombelicale: indicazione

  • Chirurgia dell'ernia ombelicale: implementazione

  • Chirurgia dell'ernia ombelicale: complicanze

  • OP dell'ernia ombelicale: resilienza dopo l'intervento chirurgico

Ernia ombelicale: indicazione

Un'ernia ombelicale viene raramente operata nel bambino, dato che di solito guarisce da solo. Un'operazione di ernia ombelicale nel bambino è necessaria quando i sintomi aumentano, la sacca da frattura continua a crescere e l'ernia è più grande di un centimetro. Il bambino dovrebbe avere almeno un anno di età in un intervento di ernia ombelicale.

Negli adulti, l'ernia ombelicale di solito viene sempre operata perché l'ernia ombelicale non può guarire spontaneamente, ma di solito aumenta lentamente di dimensioni. Se il medico può respingere l'ernia ombelicale senza pizzicare gli organi addominali e se l'ernia ombelicale è più piccola di mezzo centimetro, un appuntamento chirurgico può essere programmato a riposo. Se c'è il rischio di intrappolare organi addominali come parti intestinali nella frattura, questa emergenza deve essere operata immediatamente. La probabilità di intrappolamento è del 30 percento.

Chirurgia dell'ernia ombelicale: implementazione

In una chirurgia dell'ernia ombelicale, il paziente viene di solito posto in anestesia generale. In alternativa, il paziente - a seconda dell'età e delle dimensioni dell'ernia ombelicale - durante l'operazione in un sonno crepuscolare (Analgosedierung) giace. Oltre alla chirurgia ambulatoriale dell'ernia ombelicale, dopo di che il paziente può essere scaricato rapidamente, sono disponibili le cosiddette procedure chirurgiche aperte e chiuse:

OP ombelicale chiuso

Nell'operazione chiusa, il chirurgo opera sul cosiddetto metodo keyhole (chirurgia laparoscopica dell'ernia ombelicale). Il medico esegue solo piccoli tagli e utilizza strumenti speciali per visualizzare la cavità addominale e i suoi organi. La chirurgia laparoscopica dell'ernia ombelicale è una procedura delicata perché c'è meno dolore post-operatorio, sforzo fisico più veloce e meno infezione della ferita.

Operazione di ernia ombelicale aperta con una piccola ernia ombelicale

Una piccola frattura non complicata è gestita dal metodo di Spitzy. Il chirurgo pone un taglio arcuato attorno all'ombelico, rimuove l'ernia dall'epidermide, la fa scivolare indietro e quindi la rimuove. Quindi chiude l'apertura della frattura, l'ernia ombelicale, con una sutura. Cuce l'incisione della pelle con speciali tecniche di sutura, in modo tale che solo dopo rimane visibile una cicatrice della pelle appena visibile.

Operazione di ernia ombelicale aperta con grande ernia ombelicale con raddoppio fasciale

Per le ernie molto grandi e le fratture ricorrenti, viene eseguita una cosiddetta duplicazione della fascia (operazione secondo Dick-Mayo). In tal modo, il chirurgo cuce gli strati della parete addominale (fascia) sovrapposti per rendere la parete addominale più solida e più stabile. Quindi aggiusta il pulsante della pelle sulla parete addominale. Se non riesce a chiudere la fessura della parete addominale (di solito più di tre centimetri) senza tensione, cuce inoltre una rete di plastica stabilizzante, che può prevenire rotture ripetute.

Nei pazienti molto sovrappeso, l'ombelico può essere completamente rimosso come parte della riduzione del grasso (onfalectomia).

Chirurgia dell'ernia ombelicale: complicanze

Come con qualsiasi intervento chirurgico, la chirurgia dell'ernia ombelicale può provocare lividi (ematoma) o sieroma (ritenzione di liquidi) e la ferita può essere infettata.

L'ernia ombelicale ripetuta (recidiva) è rara, con pazienti molto sovrappeso a maggior rischio.

Ernia ombelicale: procedura per complicanze

Per i lividi più piccoli, ad esempio, aiuto per comprimere il raffreddamento. I principali lividi che si sviluppano rapidamente dopo la chirurgia dell'ernia ombelicale devono essere rimossi chirurgicamente, il che di solito accelera il processo di guarigione.

I sieroma si verificano più frequentemente quando una rete di plastica è stata suturata per la stabilizzazione. Gli accumuli di liquidi più piccoli vengono assorbiti dal corpo, quelli più grandi possono essere punteggiati con l'aiuto di ultrasuoni con un ago e così via.

Un'infezione da ferita è sempre un pericolo per la durata della sutura della parete addominale. In questo caso, il medico riaprirà la sutura, se necessario, per limitare l'infezione precoce e prescrivere antibiotici.

OP dell'ernia ombelicale: resilienza dopo l'intervento chirurgico

Una sutura di guarigione è stabile solo dopo tre o quattro mesi. Pertanto, si dovrebbe evitare un forte sforzo fisico (ad esempio sollevando più di 20 chilogrammi) durante questo periodo. Per le piccole ernie ombelicali, è possibile una lieve attività fisica circa tre settimane dopo l'intervento di ernia ombelicale. Se al intervento chirurgico di ernia ombelicale una rete di plastica è stata cucita, questo è in gran parte stabile dopo 24 a 72 ore e non è più spostabile. A seconda della tua professione, sarai in grado di lavorare ancora sette o 14 giorni dopo l'intervento.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: