Vene varicose

Le varici sono vene varicose. Come si sviluppano, cosa possono causare e come trattarli, leggi qui!

Vene varicose

vene varicose (Varicosi, varici) sono estensioni delle vene superficiali, che si verificano particolarmente frequentemente sulle gambe. Di solito si presentano come innocui ciuffi bluastri sotto la pelle. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di vene varicose rispetto agli uomini. Solo in alcuni casi avanzati le vene varicose causano sintomi quali ritenzione idrica nel tessuto (edema) e ulcere cutanee (ulcerazioni). Qui leggi tutto ciò che è importante per le vene varicose.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. I86I83

Descrizione del prodotto

vene varicose

  • descrizione

  • Spider vene

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Rimuovere le vene varicose

  • Decorso della malattia e prognosi

Vene varicose: descrizione

Le vene varicose (vene varicose, vene varicose, varicosi) sono protrusioni cilindriche o estensioni delle vene superficiali. I vasi sanguigni formano grovigli e tortuosità, che brillano bluastre attraverso la pelle, specialmente sulle gambe. Le vene varicose possono anche verificarsi in altre parti del corpo, come nella zona dell'esofago. Le vene varicose possono causare disagio come i piedi gonfi e le gambe doloranti, così come il sanguinamento nell'esofago.

Vene varicose: gambe

In Germania, molte persone soffrono di vene varicose. Secondo le stime attuali, circa il 20% degli adulti ha vene superficiali almeno leggermente alterate. Le donne soffrono di varicosi fino a tre volte più frequentemente rispetto agli uomini. Molto spesso, le vene superficiali delle gambe sono colpite. La varicosi di solito si nota tra il 30° e il 40° anno di vita per la prima volta dai pazienti. La maggior parte delle persone soffre di vene varicose molto fini e superficiali, le cosiddette vene a ragno.

A seconda della posizione e della forma si distinguono diverse forme di vene varicose:

  1. Vena radice e varici laterali: Queste sono vene varicose di medie dimensioni e grandi vene. Questo tipo di varicosi è più comune e di solito si verifica all'interno delle cosce e delle gambe.
  2. Perforazione varici: Le vene superficiali sono collegate tramite i circuiti di collegamento alle vene profonde delle gambe. Quando queste vene si espandono e si afflosciano, si parla di varici di Perforans.
  3. Varici reticolari: Come varici reticolari sono chiamate vene varicose molto piccole delle gambe. Il diametro di queste piccole vene è un massimo di due o quattro millimetri. Le varici reticolari si trovano principalmente sulla parte esterna delle cosce e delle gambe e nella fossa poplitea.

Spider vene

Leggi tutte le informazioni importanti sulle vene dei ragni qui.

Nella maggior parte dei casi, le vene varicose non causano problemi e sono molto deboli. Più i pazienti sono anziani o più sono limitati nella loro mobilità, più i reclami diventano pronunciati. In alcuni casi può essere necessario il trattamento farmacologico o la rimozione chirurgica delle vene varicose.

Vene varicose: esofago (varici esofagee)

Le vene varicose dell'esofago (varici esofagee) sono molto più rare rispetto alla varicosi delle gambe. Queste vene varicose sono coperte all'esofago solo da un sottile strato di membrana mucosa. Le varici esofagee possono quindi sanguinare più facilmente e portare a complicazioni potenzialmente letali. La varicosi dell'esofago è solitamente causata da danni alla circolazione del fegato in caso di cicatrizzazione del fegato (cirrosi epatica). Il sangue si accumula nella grande circolazione posteriore e i circuiti di bypass sull'esofago, la parete addominale o il retto (retto) sono sempre più pieni di sangue. Di conseguenza, si tratta di sloughing delle vene, quindi alle vene varicose.

Vene varicose: sintomi

Nella fase iniziale le vene varicose di solito non causano sintomi. Soprattutto le vene molto sottili sono di solito innocue. Di solito appaiono come innocue vene rosse, blu o viola nella pelle delle gambe e raramente causano dolore.

Fasi di vene varicose

A seconda della gravità dei disturbi, le vene varicose si dividono in diverse fasi:

Fase iniziale (fase I): All'inizio della malattia, le vene varicose di solito non causano disagio e sono più un problema estetico, tuttavia, molti malati trovano brutto le vene varicose o vene varicose ed evitano di mostrarle.

Gambe pesanti (fase II): Nell'ulteriore corso, i pazienti con vene varicose sulle gambe soffrono spesso della sensazione di gambe pesanti e una distensione delle gambe. Le gambe si stancano più velocemente e i crampi alle gambe si verificano più spesso durante la notte. Di norma, questi sintomi migliorano durante la menzogna e durante il movimento, in quanto viene quindi stimolato il flusso sanguigno delle vene, che contrasta la congestione.Alcuni pazienti riportano anche prurito pronunciato e sintomi che peggiorano con il tempo caldo. Il calore quindi provoca la dilatazione dei vasi sanguigni, il sangue può defluire e le vene varicose causano dolore.

Ritenzione idrica (edema) nelle gambe (stadio III): Più lunga è la congestione nelle vene, più tese e permeabili le pareti dei vasi. Liquidi, proteine ​​(proteine) e prodotti della disgregazione del sangue (emosiderina) vengono quindi pressati dalle vene varicose nel tessuto circostante. Inizialmente, i pazienti inizialmente soffrono di accumulo di liquido (edema) nei piedi e nelle gambe di sera. Il ristagno cronico del sangue causa anche alterazioni cutanee rossastre e pruriginose (dermatite da stasi, dermatite da stasi). Soprattutto nei pazienti più anziani, la pelle si assottiglia nel corso ("pelle pergamena"), e ci sono lievi ferite che possono ancora guarire.

Ulcere alle gambe aperte (stadio IV): Con una congestione a lunga durata, il tessuto circostante non viene più fornito di ossigeno sufficiente. Piccole lesioni non possono più guarire correttamente. Forma ulcere (ulcere) della pelle e arriva alla morte del tessuto sotto forma di "gambe aperte" (ulcus cruris). Il ridotto flusso sanguigno consente solo una guarigione della ferita molto lenta. Le ulcere aperte devono quindi essere continuamente fornite da un medico per prevenire la diffusione di batteri.

infiammazione venosa (flebite)

I pazienti con vene varicose spesso soffrono di un'ulteriore infiammazione delle vene superficiali (flebite). La congestione cronica aumenta lo sforzo sulle pareti del vaso sanguigno, facilitando l'infiammazione. Su una parete vascolare infiammata, è più facile formare un coagulo di sangue, che può ostruire il vaso sanguigno (trombosi). Il coagulo di sangue può anche dissolversi e essere irrorato nella circolazione polmonare attraverso l'ampio flusso sanguigno. Qui può ostruire un vaso polmonare - sviluppa un'embolia polmonare. Questa è un'emergenza che richiede cure mediche immediate per prevenire complicazioni potenzialmente letali.

Vene varicose: cause e fattori di rischio

Le vene varicose si sviluppano quando il sangue non riesce a defluire correttamente dalle vene. Le vene devono trasportare il sangue dalla gravità al cuore. I muscoli circostanti e la parete vascolare elastica delle vene aiutano. Inoltre, le cosiddette valvole venose nei vasi assicurano che il sangue non fluisca indietro.

Stasi di sangue nelle vene

Consente l'elasticità delle pareti dei vasi dalle valvole venose o danneggiato, il sangue venoso accumula indietro, e le pareti dei vasi può allungare e aussacken - verificano vene varicose. In assenza di esercizio fisico o di una giornata di lunga durata, più sangue si accumula nelle vene delle gambe, e i pazienti spesso lamentano gambe pesanti e distese.

I medici distinguono tra varici primarie e secondarie (vene varicose):

Vene varicose primarie

Le varici primarie rappresentano il 70 percento di tutte le vene varicose e si presentano senza una causa nota. Tuttavia, ci sono diversi fattori di rischio che favoriscono lo sviluppo delle vene varicose primarie: l'età avanzata, l'obesità e il fumo rendono le pareti vascolari più suscettibili ai danni. Fattori ereditari, ormoni femminili e mancanza di esercizio aumentano anche il rischio di varicosi (vene varicose).

eredità: Una debolezza del tessuto connettivo può essere ereditata e aumenta il rischio di vene varicose. Secondo un recente studio condotto da vene varicose Capio Mosel-Eifel-Klinik, ma sono ereditati meno frequentemente di quanto si pensasse: Ci sono stati studiati 2.700 pazienti, di cui solo il 17,2 per cento aveva vene varicose genetiche. Altri fattori di rischio come obesità, ormoni o genere predominano nello sviluppo delle vene varicose. Di conseguenza, ogni individuo può fare molto per la prevenzione delle vene varicose.

ormoni: Le donne spesso hanno vene varicose rispetto agli uomini. Gli ormoni sessuali femminili (estrogeni) spesso causano il rilassamento del tessuto connettivo - questo favorisce lo sviluppo delle vene varicose. La gravidanza favorisce anche le vene varicose: ogni terza donna incinta riceve varici. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, le vene varicose sono solo temporanee in gravidanza - di solito ritornano da sole dopo la nascita. Tuttavia, il rischio di varicosi aumenta con il numero di gravidanze.

Mancanza di esercizio: L'attività fisica e il movimento delle gambe attivano la pompa muscolare, che rende più facile per le vene di pompare il sangue al cuore. In piedi o seduti per lunghi periodi, la pompa muscolare si rilassa e il sangue si blocca più facilmente. Quando si è seduti, le vene della fossa poplitea possono anche essere piegate, per cui anche il ritorno venoso del sangue è ostacolato. L'attività professionale, che viene eseguita principalmente stando seduti, può quindi favorire lo sviluppo delle vene varicose.

Vene varicose secondarie

Le vene varicose secondarie rappresentano circa il 30% di tutti i casi di varicosi.Sono causate da un'ostruzione del drenaggio acquisita delle vene, di solito dopo un coagulo di sangue nelle vene delle gambe profonde (trombosi venosa delle gambe).

  • Immagine 1 di 11

    Vene: 10 consigli su come tenere le gambe in forma

    Vene varicose, vene varicose, trombosi - le vene malate non sono solo un problema estetico. Mantieni le vene in forma!

  • Immagine 2 di 11

    Rendi le tue gambe irrequiete!

    C'è una semplice regola per mantenere le gambe in forma, la regola 3L-3S: camminare e mentire piuttosto che stare seduti e in piedi. Mantieni i muscoli delle gambe in movimento, ad esempio, in bicicletta, trekking, corsa, nuoto o ginnastica delle gambe. L'attenzione dovrebbe essere sull'addestramento della resistenza.

  • Immagine 3 di 11

    Appartamento invece di alto

    È meglio non indossare i tacchi alti, anche se sembrano così belli. Meglio è confortevole, calzature piatte.

  • Immagine 4 di 11

    Dita del cerchio

    Non è sempre possibile evitare di stare seduti o in piedi per un lungo periodo, ad esempio, le persone con un lavoro d'ufficio o coloro che devono sedersi in lunghe conferenze. Vale quanto segue: attivare la pompa venosa. Ad esempio, muovi le dita dei piedi regolarmente su e giù o artigliatele, stimolando la circolazione sanguigna e il tono muscolare. Inoltre, non sedersi a gambe incrociate.

  • Immagine 5 di 11

    Gambe sul tavolo!

    Conserva le gambe più spesso. Funziona sia da seduti che da sdraiati, anche questo potrebbe essere adatto alla tua scrivania. Il sangue non si accumula e può ricadere nel corpo.

  • Immagine 6 di 11

    Kneipp aiuta

    Fai la doccia regolarmente con le gambe fredde (fontane fredde, docce alternate). Inizia con i piedi e porta il getto d'acqua fredda fino alla coscia. L'acqua fresca favorisce la circolazione e rafforza l'elasticità delle vene.

  • Immagine 7 di 11

    Esci dalla vasca idromassaggio

    Evitare troppo calore e calore tropicale. Evitare l'uso di ore di prendere il sole, bottiglie di acqua calda e vasche idromassaggio. I vasi si dilatano, il sangue "cede" alle gambe ed è più difficile da riportare al cuore.

  • Immagine 8 di 11

    Scarpe via!

    Getta le scarpe (forse troppo strette) nell'angolo e cammina a piedi scalzi tutte le volte che puoi. Quindi i piedi hanno più libertà e sono meglio forniti di sangue.

  • Immagine 9 di 11

    Bacon andato

    Ridurre il sovrappeso, se sei troppo grasso - preferibilmente attraverso una dieta ricca di fibre. Perché ogni chilo in più è un onere aggiuntivo per le gambe. Il ritorno del sangue venoso al cuore diventa sempre più laborioso con l'aumento del peso corporeo e l'aumento dell'accumulo di grasso nell'addome - sono favorite le malattie venose.

  • Immagine 10 di 11

    Bevi molto

    Bevi molto! Consigliato sono circa due litri di liquido al giorno - in calore o sforzo atletico di più. I dissetanti della buona sete sono acqua, spritz al succo di frutta o tè non zuccherato.

  • Immagine 11 di 11

    Vola e corri

    Un viaggio in Asia richiede diverse ore - male per le gambe, che di solito sono intrappolate sul sedile anteriore. Il sangue si accumula nelle gambe, nel peggiore dei casi, può portare a una trombosi pericolosa per la vita. Qui, esercizi per i piedi, un sacco di bevute e calze da viaggio speciali riducono il rischio di trombosi.

Vene varicose: esami e diagnosi

La persona di contatto giusta per le vene varicose sospette è uno specialista in chirurgia vascolare o flebologia. In una prima intervista, il medico ti chiederà i reclami attuali e le possibili condizioni mediche preesistenti (anamnesi). Ad esempio, può farti le seguenti domande:

  • Quanti anni hai?
  • Fumi e se sì, quanto?
  • Soffri di una distensione delle gambe di sera?
  • Hai la sensazione che le tue gambe siano molto pesanti la sera?
  • Nelle donne: quante gravidanze hai avuto finora?
  • Gli altri membri della famiglia soffrono di vene varicose?

Successivamente, il medico ti esaminerà fisicamente alla ricerca di segni di vene varicose. Osserverà sia le gambe sia i piedi nel confronto laterale per identificare eventuali gonfiori, scolorimento della pelle o ulcere. Successivamente, un esame ecografico (ecografia) o un esame radiologico dei vasi (angiografia) può aiutare a stimare il flusso sanguigno nelle vene.

Ultrasuoni (ecografia duplex)

Uno speciale esame ecografico (duplex o ecografia Doppler) consente l'esame accurato delle vene. L'ecografia duplex può visualizzare il flusso sanguigno e consentire di dire in quale direzione scorre il sangue venoso. Il medico può anche vedere quanto sono permeabili le vene e se le valvole venose sono danneggiate o intatte. L'ecografia duplex è una procedura semplice ed economica che è considerata il metodo di scelta per le vene varicose.

Angiografia delle vene (flebografia)

Se l'ecografia duplex non è sufficiente o non è disponibile, è possibile eseguire una rappresentazione visiva delle vene con mezzo di contrasto (flebografia). Se sospetta trombosi delle vene delle gambe, la flebografia può anche fornire prove diagnostiche.Il medico fora una vena all'inguine o sul piede e introduce i mezzi di contrasto. L'agente di contrasto fa sì che le vene diventino visibili nella radiografia. Una interruzione del decorso del mezzo di contrasto sull'immagine a raggi X indica quindi un'occlusione vascolare.

Vene varicose: trattamento

L'obiettivo di trattare le vene varicose è quello di migliorare il flusso sanguigno alle vene e quindi contrastare la congestione del flusso sanguigno. Il tessuto circostante deve essere supportato per prevenire la ritenzione idrica nel tessuto (edema). Migliore è il flusso di sangue venoso, minore è il rischio di possibili problemi circolatori e ulcere o gambe aperte.

Le opzioni di vene varicose comprendono misure generali, indossare calze e chirurgia e obliterazione vascolare per rimuovere le vene varicose.

Misure generali

Ci sono diversi modi per migliorare la perfusione delle vene delle gambe, che possono essere influenzate da altre vene varicose prevenire. Questi includono sufficiente attività fisica, alzando le gambe, evitando il calore estremo e cambiando docce.

Esercizio nella vita di tutti i giorni: Puoi già migliorare la circolazione nelle tue vene con semplici esercizi nella vita di tutti i giorni. Cerca di evitare di stare in piedi e di sederti in modo prolungato, in quanto favorisce il flusso sanguigno nelle vene. Se possibile, dovresti camminare regolarmente per stimolare il flusso sanguigno delle vene.

Elevando le gambe: Soprattutto di notte, assicurati di tenere le gambe sollevate. Questo facilita il trasporto del sangue dalle gambe verso il cuore. La maggior parte dei pazienti riferisce che l'innalzamento delle gambe migliora la sensazione di oppressione alle gambe e allevia lo stress.

Evitare il calore: Le persone colpite soffrono dei sintomi delle vene varicose, specialmente in estate quando fa molto caldo. Le vene delle gambe si allargano e non possono più trasportare il sangue sufficientemente al cuore. Di conseguenza, i pazienti soffrono di gambe grosse e gonfie. Evitare le visite di calore estremo e sauna.

Docce di contrasto: Quando fai la doccia, puoi alternare le gambe alternatamente fredde e calde ogni 30 secondi. L'acqua fredda provoca una contrazione delle vene varicose, mentre l'acqua calda provoca successivamente un'espansione dei vasi sanguigni. Il cambiamento stimola il movimento delle pareti dei vasi e quindi migliora la circolazione sanguigna delle gambe. L'interruttore della doccia può essere facilmente implementato con ogni doccia e spesso riduce il gonfiore delle gambe.

calze a compressione

Le calze a compressione (calze di supporto) sono calze molto strette che comprimono il tessuto del polpaccio e sono spesso utilizzate nelle vene varicose come misura terapeutica di prima scelta. Con la pressione applicata delle calze sulle gambe viene rinforzata la pompa muscolare delle vene, le valvole venose si chiudono meglio e si contrasta una possibile perdita di fluido dalle vene nel tessuto circostante (edema). Si consiglia al paziente di indossare le calze quando è sdraiato, poiché il sangue si blocca rapidamente nelle gambe mentre si sta in piedi e le calze non possono più produrre lo stesso effetto.

Per le vene varicose, le calze a compressione dovrebbero adattarsi perfettamente. Le calze sono suddivise in cosiddette classi di compressione (dalla classe I alla IV). Molti pazienti possono quindi essere realizzati su misura. A seconda della posizione e del grado di espansione delle vene varicose, le calze a compressione si estendono fino al polpaccio, sopra il ginocchio o addirittura fino alla coscia. Le calze a compressione sono disponibili in diversi colori e devono essere sostituite dopo circa 4-6 mesi.

farmaci

Finora, non ci sono medicine speciali per le vene varicose. Tuttavia, vengono venduti numerosi preparati che si dice abbiano un effetto protettivo o lenitivo sulle vene varicose. Si dice che varie piante medicinali come ippocastano, la scopa da macellaio o il trifoglio abbiano un effetto di sigillamento vascolare (edema-protettivo).

Vari unguenti (anche a base di piante o con l'eparina anticoagulante) possono essere applicati esternamente. Tuttavia, è ancora molto controverso se questi unguenti penetrino realmente nella pelle e possano esercitare un effetto protettivo sulle vene delle gambe. Molti pazienti trovano molto utile il massaggio delle gambe, motivo per cui si consiglia l'uso regolare di creme e unguenti.

Leggi di più sulle terapie

  • bendaggio di compressione
  • anestesia
  • scleroterapia

Rimuovere le vene varicose

Leggi tutte le informazioni importanti sulla rimozione delle vene varicose qui.

Vene varicose: decorso della malattia e prognosi

Con l'aumentare dell'età, aumenta anche il rischio che una vena si sviluppi in una vena varicosa mentre il tessuto connettivo perde la sua elasticità con l'età. Tuttavia, puoi fare qualcosa per prevenire le vene varicose:

  • L'esercizio regolare come il nuoto o il ciclismo impedisce lo sviluppo delle vene varicose. Assicura un tessuto connettivo stretto e rafforza la pompa muscolare che supporta la vena.
  • Stimolare la circolazione delle gambe con docce giornaliere alternate.
  • Evita di stare seduto o in piedi troppo a lungo e fai delle pause regolari quando corri.
  • Le donne incinte dovrebbero consultare il proprio specialista in ginecologia e indossare calze a compressione se sospettano le vene varicose.

complicazioni

Nelle vene varicose molto avanzate, il flusso sanguigno nelle gambe è spesso limitato nella misura in cui ulcera malamente risanante (ulcerazione) della forma della pelle. Le ulcere mal curate sono anche chiamate "gambe aperte". Il tessuto scarsamente perfuso fornisce un buon terreno fertile per i batteri che possono facilmente diffondersi attraverso i vasi sanguigni. Calci nel contesto di vene varicose tali ulcere, devono essere continuamente fornite di cure mediche per prevenire una diffusione dell'infezione.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: