Vitiligine

La vitiligine provoca macchie bianche sulla pelle in varie parti del corpo. Leggi tutto su cause e terapia della vitiligine!

Vitiligine

il vitiligine (Malattia dei punti bianchi) è una malattia della pelle che si verifica principalmente nei giovani. Ottengono macchie luminose sulla loro pelle, che possono verificarsi su tutto il corpo o solo su viso, mani e piedi. Anche se questi cerotti non sono dolorosi, sono spesso un importante problema estetico per le persone colpite. Una cura di vitiligine non è ancora possibile, ma con il giusto trattamento puoi rallentare i tuoi progressi. Leggi tutto sulla vitiligine qui.

Descrizione del prodotto

vitiligine

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Vitiligine: descrizione

La vitiligine è anche chiamata "malattia dei punti bianchi" perché i pazienti hanno caratteristici cerotti bianchi sulla pelle. In genere, si ammalano prima dei 20 anni. In Germania, circa l'1% della popolazione è colpita, con una distribuzione approssimativamente uguale a quella degli uomini.

Il 30 percento dei pazienti ha un altro familiare che soffre anche di vitiligine. Inoltre, i pazienti con malattia dei punti bianchi hanno maggiori probabilità di sviluppare tiroidite di Hashimoto, tiroidite autoimmune o diabete mellito di tipo 1.

Vitiligine: diversi tipi

Se la vitiligine inizia prima della pubertà, viene anche indicata come vitiligine di tipo 1 o segmentale. In questa forma, i pazienti spesso hanno anche un eczema, molti halo nevi (colloidi talpe) e in posti capelli grigi. La malattia da macchie bianche di tipo 2 (vitiligine non segmentaria) è significativamente più comune con l'85% e inizia solo dopo che la pubertà è spesso localizzata sul viso, sulle mani e sui piedi. Le voglie, la dermatite atopica o il coinvolgimento dei capelli non sono tipici.

Vitiligine: sintomi

Tipici della malattia dei punti bianchi sono l'ipo- o depigmentazione della pelle. Ciò significa che in alcuni punti la pelle è scarsamente o per niente pigmentata. Queste macchie bianche hanno dimensioni da pochi millimetri a centimetri e rotonde o ovali. I loro bordi sono di forma irregolare, ma nettamente delimitati dalla pelle circostante.

Vitiligine: quali parti del corpo sono interessate?

Possono essere singoli o in gruppi, distribuiti in aree specifiche (segmentali) o distribuiti in tutto il corpo (disseminati). In alcuni casi, i pazienti soffrono di una cosiddetta forma acrofacciale di vitiligine. Quindi solo il viso, le mani e i piedi sono interessati. A volte la malattia del punto bianco può anche diffondersi alle mucose e ai capelli del cuoio capelluto.

Vitiligine: cause e fattori di rischio

L'esatto meccanismo di formazione della vitiligine è sconosciuto. Si pensa che la causa della malattia dei punti bianchi sia una reazione autoimmune. In una malattia autoimmune, il sistema immunitario è diretto contro il proprio corpo. In questo modo identifica erroneamente le cellule del corpo come materiale estraneo.

Nella vitiligine, il sistema immunitario disturbato produce anticorpi e cellule di difesa che prendono di mira le cellule dei pigmenti. Queste cellule del pigmento sono chiamate melanociti. Formano la melanina del pigmento della pelle e la rilasciano alle cellule cutanee circostanti. Più melanina nella pelle, più scuro appare.

Se i melanociti vengono distrutti, non possono più formare un pigmento della pelle e rilasciarlo alle cellule circostanti. Così, nel caso della pigmentazione, si formano chiazze bianche che sono caratteristiche della vitiligine.

Vitiligine: altre cause e trigger

Sembra esserci un aspetto genetico allo sviluppo della malattia dei punti bianchi a causa della sua natura familiare. Come fattore scatenante per le ricadute della vitiligine è anche lo stress. Lo stress sia mentale che fisico, come un'infezione, può portare a ulteriori macchie bianche.

Vitiligine: esami e diagnosi

Se noti cambiamenti alla tua pelle, consulta il tuo dermatologo (dermatologo). In primo luogo, ti chiede in dettaglio sulla tua storia medica (anamnesi). Ti farà le seguenti domande possibili:

  • Quando hai notato che la pelle cambia per la prima volta?
  • Guadagni di peso o il tuo peso rimane costante?
  • Gli altri membri della famiglia sono malati?

Vitiligine: esame fisico

Quindi ti esamina fisicamente. Guarda l'intera pelle per vedere esattamente i cambiamenti. Dovrebbe anche fotografare le aree della pelle colpite per poter rilevare un cambiamento nel corso. Esamina anche le macchie con una speciale lampada UV, la luce di Wood. In questa luce speciale con una lunghezza d'onda di 364 nm, le macchie di vitiligine si accendono di bianco-giallo.

Può anche esercitare uno stimolo meccanico sulla pelle con un bastoncino di legno. Se un paziente soffre di una malattia dei punti bianchi, si sviluppano anche macchie pigmentate lungo l'area irritata. Questo effetto si chiama fenomeno di Koebner.

Vitiligine: ulteriori diagnosi

Inoltre, il sangue verrà prelevato da te. In laboratorio, viene esaminato per specifici anticorpi (IgE totali, anticorpi anti-nucleari (ANA)) e livelli tiroidei. Un oftalmologo può anche rilevare il possibile coinvolgimento dell'epitelio pigmentato della retina (retina).

Vitiligine: trattamento

La terapia della vitiligine offre varie opzioni di trattamento. Anche senza farmaci, puoi fare qualcosa. Come paziente con vitiligine, dovresti generalmente ridurre lo stress per prevenire nuove ricadute. Se lei è emotivamente appesantita dalla malattia, puoi unirti a un gruppo di sostegno o cercare un aiuto psicologico, come da uno psicologo. Si dovrebbe anche proteggere la pelle dalla luce solare. Con i cosmetici adatti puoi coprire i punti luminosi risultanti.

Vitiligine: terapia farmacologica

Il tuo dermatologo può prescrivere farmaci che limitano il sistema immunitario. Questo dovrebbe prevenire o almeno mitigare la reazione autoimmune indesiderata contro le cellule del pigmento. Questi farmaci comprendono glucocorticoidi (cortisone) e calcipotriolo, che vengono applicati come creme. Un altro farmaco che abbassa la risposta immunitaria del corpo è tacrolimus. I pazienti possono prenderlo come un tablet.

Vitiligine: fototerapia

Buoni risultati sono raggiunti con la fototerapia. La pelle è irradiata con luce UV-B della lunghezza d'onda di 311 nm. Dovrebbe stimolare i melanociti a crescere. Con il laser ad eccimeri allo xenon cloruro, il medico può illuminare in modo specifico i punti del pigmento bianco con la luce UV-B.

Un'altra possibilità è l'irradiazione con luce UV-A, dopo che la pelle era stata precedentemente sensibilizzata alla sostanza psoralen. Questa terapia è chiamata PUVA (Psoralen con UV-A). Psoralen è disponibile in compresse, come crema o come additivo per il bagno. Tuttavia, la fotosensibilità aumenta il rischio di cancro della pelle. È quindi vietata una combinazione di fototerapia con tacrolimus.

Vitiligine: decorso della malattia e prognosi

Come molte malattie autoimmuni, la malattia di tipo vitiligine si verifica di solito in lotti. Molte delle macchie già esistenti persistono permanentemente. Tuttavia, in rari casi possono regredire da soli. Se viene trovato un efficace trattamento della malattia da macchie bianche, è possibile prevenire nuovi attacchi con un uso coerente. La guarigione completa della vitiligine non è possibile. Dal momento che il cancro della pelle può essere più probabile che si sviluppi su aree cutanee prive di pigmento, i pazienti con vitiligine dovrebbero sottoporsi regolarmente a controlli cutanei della loro pelle per eventuali cambiamenti al dermatologo.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: